Blog: http://SPECCHIO.ilcannocchiale.it

GIORGIO GABER

 

Il signor G.
G come gente, quella comune nella quale gli piaceva identificarsi.

In quello che faccio “voglio mettere solo me stesso”, ed è stato facile riconoscerlo in questa affermazione apparentemente tanto semplice, quando più di una volta abbiamo incontrato il suo teatro-canzone nella nostra città.

Ironia, intelligente capacità di affrontare con spirito libero le contraddizioni del nostro tempo, essenzialità, il tutto offerto in modo così leggero e consapevole da coinvolgerci totalmente..........

Noi che lo amavano ci sentivamo ricambiati e alla fine dello spettacolo l’applauso travolgente e liberatorio ci avvolgeva in una indimenticabile atmosfera di commovente partecipazione.
Signor G ci manchi!


Pubblicato il 5/10/2007 alle 15.51 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web