.
Annunci online

SPECCHIO
* L'artista sarà tanto più perfetto quanto più in lui saranno separati l'uomo che soffre e la mente che crea; e tanto più perfettamente la mente assimilerà e rielaborerà le passioni che sono il suo elemento* (T.S.Eliot)


Diario


16 luglio 2015

creme solari

 

                            


L’etichetta delle creme solari è un insieme di sigle e nomi che a molti possono sembrare misteriosi. Secondo un sondaggio della Royal Pharmaceutical Society, il 15% dei consumatori inglesi non ha mai controllato il fattore protettivo della crema solare che usa abitualmente per i suoi bambini. Sapersi districare tra gli acronimi e leggere bene l’etichetta è importante per  scegliere il prodotto più adatto
.

“È un problema comune, anche da noi molte persone non sono in grado di leggere l’etichetta delle creme solari", dice il professor Marcello Monti responsabile di Dermatologia dell’Ospedale di Ricerca Humanitas. “Il numero dell’Spf, ovvero il fattore di protezione solare, è un indice poco chiaro che può confondere. È un numero variabile da meno di 10 a 50 e indica la capacità della pelle di “resistere” all’esposizione solare: più è alto più riesce a schermare i raggi. Ma il numero dell’Spf è stabilito in laboratorio e non sulla pelle umana per cui in pratica serve a poco. Una volta applicata la cremaaggiunge l’esperto – ci sono molti altri fattori che possono incidere sull’efficacia della crema solare: dal tipo di pelle, se più o meno secca, alla quantità applicata, alla parte del corpo su cui viene spalmata. Sarebbe preferibile la semplice indicazione “protezione bassa/media/alta”.

 Dall’etichetta si può capire quante volte mettere la crema solare per avere un effetto duraturo?

 Le creme solari non sono dotate di un indicatore di durata dell’effetto protettivo per cui molti pensano di essere protetti quando non lo sono affatto. Anche la resistenza all’acqua, le cosiddette creme “water proof”, è una dicitura poco chiara. Indica infatti che non si dissolvono in acqua, però questo trae in inganno perché con la doccia e l’asciugatura è inevitabile che la crema si dissipi e che diventi necessario riapplicarla”, risponde il professore.

Dal sondaggio è emerso che solo un inglese su 5 sa che le creme solari proteggono bene dai raggi Uvb, che provocano le scottature, ma non altrettanto bene dai raggi Uva che invece accelerano l’invecchiamento della pelle e sono un maggior fattore di rischio del melanoma, un tumore della pelle

Cosa indicano queste sigle che si leggono sulle etichette delle creme solari?

“I raggi Uva e Uvb sono le radiazioni solari che penetrano nella pelle. Le creme solari sono efficienti nel respingere i raggi Uvb, che causano le scottature, ma meno gli Uva, i più pericolosi. Da qui deriva il grosso equivoco delle creme solari: spingono le persone a stare più tempo al sole perché non si scottano, ma così si espongono di più al rischio melanoma, oltre che a un invecchiamento accelerato della pelle”, conclude il professore.




permalink | inviato da specchio il 16/7/2015 alle 15:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


2 luglio 2015

VICTORINE SI VENDICA

                                               Le déjeuner sur l'herbe - Edouard Manet

Dal 1863, quando il suo ritratto fu esposto al Salon  des  Refusès, Victorine* soffriva...
Il freddo, così nuda in quel bosco umido, i crampi, che la tormentavano per essere costretta all’immobilità in una posa assurda, la fame, nonostante il cibo per la colazione fosse a portata di mano.

Ma quello che più la scocciava era l’espressione invitante e soddisfatta che era costretta a sciorinare. Che noia, dover apparire orgogliosa di esporsi nuda davanti a incompetenti voyeur che col pretesto dell’arte la sbirciavano per soddisfare pulsioni inconfesssabili.
Edouard l’aveva creata così. E lei aveva incominciato ad odiarlo da subito: il suo desiderio più ardente  era di trovare qualcuno che la guardasse con occhi diversi, al quale poter chiedere aiuto per uscire da quella situazione incresciosa, ma i decenni passavano e quello sguardo non l’aveva ancora incontrato.

Da ragazza sana e fiorente qual era Victorine aspettava con ottimistica pazienza.
Pazienza, costanza,  perseveranza, persistenza… queste cosucce in nza danno buoni frutti.
Così infine, dopo tanta attesa, Lui arrivò: l’avvolse nel suo sguardo giovane, pieno di ardimenti e di generosità, e capì senza bisogno di parole l’aspirazione della bella digiunatrice. Nottetempo fu ancora da lei, le diede la mano perchè uscisse dal quadro senza farsi male, la sfiorò appena, abbracciandola col suo mantello e la lasciò libera di riscoprire la vita.

La stampa si occupò a lungo di questo strano evento: la misteriosa comparsa di una deturpante macchia gessosa su uno dei più ammirati capolavori della scuola impressionista francese. La vendetta di Victorine si era attuata: il quadro senza più alcun valore venne relegato nei sotterranei del Musée d’Orsey.


*Victorine Meurent: la modella sedicenne che posò per  E..Manet
 




permalink | inviato da specchio il 2/7/2015 alle 18:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     giugno        agosto
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
DAL VINILE..........
EBDOMADARIO
PUNTI
L'APPROCCIO.....
PROSEMI
CINEMA
POESIA
PIANI
INTERNECTASIE
TRANSLALIE..
MONOLOGHI

VAI A VEDERE

Galatea
Ombra
Chinaski
Comablog
GOOGLE
ROBERTO UBERTI
ARMANDO ADOLGISO
I SEGRETI DELLA CASTA
antonio spagnuolo
MARIO SUPERTI
TESTUALE CRITICA
MARIO BORGHI
marla
stefanorissetto
asanisimasa
CLOS
flaianesi
DAGOSPIA
Kurtz
ASSOCIAZIONE MICENE
Fausto Raso
Vulvia
RACCOON
bazardelleparole
GOLEM
BEPPE GRILLO


            

 

   PROSEMI - Amazon.it

      INTERNECTASIE - Recensioni IBS

      Internectasie - laFeltrinelli, it

   

Translalie

       

         PAOLINI POETRY

            Gioco
      dei mondi
                    I miei posti

    testualecritica.it

   Le reti di Dedalus
              letteratura

       Sono qui dal 19.01.06

  

        

  

 

 

 

  

  

 

 

 

CERCA