.
Annunci online

SPECCHIO
* L'artista sarà tanto più perfetto quanto più in lui saranno separati l'uomo che soffre e la mente che crea; e tanto più perfettamente la mente assimilerà e rielaborerà le passioni che sono il suo elemento* (T.S.Eliot)


Diario


15 giugno 2007

UNA CERTA COSA

Una certa cosa non ha carta da visita, si propone allusiva sul filo dell’ indeterminatezza, viene sniffata nei boudoir mondani, si lascia intuire fra finte oscillazioni, moti pendolari, dondolii, variazioni periodiche, fluttuazioni ….....

Di
indole malsicura ha il vantaggio dell’adattabilità, chiunque può prenderla con sé trasformarla e organizzarsi per proporla ad altri senza tema di essere smentito se il tentativo viene lasciato a metà ……ancora meglio, i differimenti accentuano l’interesse e aprono spazio a future ruminazioni.

Esitante, timorosa passa fra le bocche di tutti su inconsistenti sussurri, non ha reputazioni da preservare perché spesso neanche esiste, è la proiezione di una proiezione che si sdoppia e si dipana senza preoccuparsi di essere convincente.

Inalata, in forza della sua interiorità evanescente, insufflata e poi starnutita fuori, come una spirocheta pallida nei padiglioni auricolari disposti all’ascolto, ha buona sorte quando ricorre a vellicare i culturi di leggendine sboccate. Eccitabili per procura, i maliziosetti che vorrebbero ma non possono, “un po’ per celia e un po’ per non morir al primo incontro”, svolazzano licenziosi solo sul bello dell’indiretta.

Per il suo pregio volatitle, vorrebbe via libera anche in altre circostanze, come le astanterie dell’innamoramento quando ogni moto, ogni allusione, il rimando più lieve di sguardi, sono avvisaglie di futuri avvincenti sviluppi.

Ama le situazioni che danno adito ad esposizioni soggettive e fantasiose dove gli eventi non si spiegano con conseguenzialità. ma si aggirano senza meta alla continua ricerca di sé.

Il suo alleato più opportuno è l’imponderabile……il privo di peso che aleggia intorno confuso irrisolto e sfugge a limiti precisi, impossibile da valutare. Predilige le parassitarie escrescenze del caso che subito si sfilacciano di parola …..in parola……in parola…….

Se qualche cultore della trasparenza tendesse a darle credito sicuro, protendendo la sua tensione fino a pretendere conferme inconfutabili, non avrebbe vita facile.

Linearità precisione franchezza coerenza esulano dalle sequenze della sua soggettività, una certa cosa nella sua intenzionale incongruenza sa solo di non poter mai essere una cosa certa.




permalink | inviato da specchio il 15/6/2007 alle 13:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (33) | Versione per la stampa
sfoglia     maggio        luglio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
DAL VINILE..........
EBDOMADARIO
PUNTI
L'APPROCCIO.....
PROSEMI
CINEMA
POESIA
PIANI
INTERNECTASIE
TRANSLALIE..
MONOLOGHI

VAI A VEDERE

Galatea
Ombra
Chinaski
Comablog
GOOGLE
ROBERTO UBERTI
ARMANDO ADOLGISO
I SEGRETI DELLA CASTA
antonio spagnuolo
MARIO SUPERTI
TESTUALE CRITICA
MARIO BORGHI
marla
stefanorissetto
asanisimasa
CLOS
flaianesi
DAGOSPIA
Kurtz
ASSOCIAZIONE MICENE
Fausto Raso
Vulvia
RACCOON
bazardelleparole
GOLEM
BEPPE GRILLO


            

 

   PROSEMI - Amazon.it

      INTERNECTASIE - Recensioni IBS

      Internectasie - laFeltrinelli, it

   

Translalie

       

         PAOLINI POETRY

            Gioco
      dei mondi
                    I miei posti

    testualecritica.it

   Le reti di Dedalus
              letteratura

       Sono qui dal 19.01.06

  

        

  

 

 

 

  

  

 

 

 

CERCA