.
Annunci online

SPECCHIO
* L'artista sarà tanto più perfetto quanto più in lui saranno separati l'uomo che soffre e la mente che crea; e tanto più perfettamente la mente assimilerà e rielaborerà le passioni che sono il suo elemento* (T.S.Eliot)


Diario


27 novembre 2016

OGGETTI DA FAVOLA

Ringrazio tutti gli amici che  il 19 novembre 2016 erano presenti - presso la LIBRERIA LA FELTRINELLI di Cremona - alla presentazione del mio libro "OGGETTI DA FAVOLA". E' stato un incontro particolarmente gratificante anche per la affettuosa partecipazione di Marina Grazioli e Alberto Mori che hanno commentato e letto i testi con singolare competenza ed entusiasmo.
Come ho già avuto occasione di precisare gli "oggetti" sono dieci e si sono materializzati in un libro particolarmente curato. Tutti esemplari rilegati in tela, illustrati, numerati e siglati dall'editore: "oggetti" di pregio che sfidano il passare del tempo. All'Editore Cosimo Dino-Guida di Caserta (www.nettarg.it) va la mia riconoscenza per aver creduto e portato a compimento questo progetto.

Sinossi

Favole sugli oggetti? Perché no!

Ci circondano, condividono il nostro tempo, li usiamo quando ci servono e poi non ce ne curiamo più.Oggetti comuni: un bicchiere, un ombrello o la sedia a dondolo e tanti altri che hanno avuto voglia di umanizzarsi per poterci trasmettere le loro storie… per narrarsi. Vicende apparentemente banali, ma rivelatrici di quell’intensità che solo l’esistenza vissuta fino in fondo riesce a tramandare, tutte legate da una coerenza espositiva che rende omogeneo l’insieme.

Gli oggetti attraverso una serie di eventi imprevisti e imprevedibili passano a un nuovo stato: il loro destino cambia. Siamo di fronte ad una sorta di riscatto, una remunerazione che poeticamente compensa i contrasti che avevano dato inizio al racconto.

I giovani lettori non faticheranno a scoprire, in questi accadimenti favolistici, un parallelismo analogico con le umanissime peregrinazioni che noi affrontiamo ogni giorno, ma riconosceranno anche il riverbero positivo che alla fine è stato proposto. Gli oggetti hanno dimostrato ancora una volta di esserci utili, offrendo senza riserve la loro inquieta interiorità e facendoci così soffermare specularmente sulla nostra.



 




permalink | inviato da specchio il 27/11/2016 alle 11:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa
sfoglia     agosto        gennaio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
DAL VINILE..........
EBDOMADARIO
PUNTI
L'APPROCCIO.....
PROSEMI
CINEMA
POESIA
PIANI
INTERNECTASIE
TRANSLALIE..
MONOLOGHI

VAI A VEDERE

Galatea
Ombra
Chinaski
Comablog
GOOGLE
ROBERTO UBERTI
ARMANDO ADOLGISO
I SEGRETI DELLA CASTA
antonio spagnuolo
MARIO SUPERTI
TESTUALE CRITICA
MARIO BORGHI
marla
stefanorissetto
asanisimasa
CLOS
flaianesi
DAGOSPIA
Kurtz
ASSOCIAZIONE MICENE
Fausto Raso
Vulvia
RACCOON
bazardelleparole
GOLEM
BEPPE GRILLO


            

 

   PROSEMI - Amazon.it

      INTERNECTASIE - Recensioni IBS

      Internectasie - laFeltrinelli, it

   

Translalie

       

         PAOLINI POETRY

            Gioco
      dei mondi
                    I miei posti

    testualecritica.it

   Le reti di Dedalus
              letteratura

       Sono qui dal 19.01.06

  

        

  

 

 

 

  

  

 

 

 

CERCA