.
Annunci online

SPECCHIO
* L'artista sarà tanto più perfetto quanto più in lui saranno separati l'uomo che soffre e la mente che crea; e tanto più perfettamente la mente assimilerà e rielaborerà le passioni che sono il suo elemento* (T.S.Eliot)


Diario


9 ottobre 2007

SONNO E RISVEGLIO


Fate una prova
Spiate un po’ in giro e quando vi capita di sorprendere qualcuno che descrive i suoi risvegli pigri aggovigliati confusi, di quelli che sembrano architettati per farlo sentire come in fondo a una buca, non siate menefreghisti please, fingete di partecipare………

Non so i vostri, ma i miei in certi giorni sembrano arrivare per ripicca, sono così maligni e maldisposti che mi pento di aver accettato Sonno.

E il corpo? E’ in condizioni a dir poco disdicevoli: impedito, membra intorpidite, unghie che raspano il materasso nel tentativo di trovare la via d’uscita e una testa di medusa che si arrabatta fra i guanciali. Sembra che l’aria fresca di cui avrei bisogno, dispettosamente soffi verso un altrove a cui mai potrò aspirare. Un sorso di qualcosa potrebbe farmi riavere, ma bisogna arrivarci…….

C’è un piede giusto per prendere terra, sembrerebe di sì! Ma come si può avere il coraggio di rotolare giù dal letto e calpestare i propri sogni? Già perché al mattino i miei li trovo a pezzi, capitombolano dalle lenzuola, si sparpagliano per terra e anche con la maggiore dedizione non ce la faccio a rimetterli insieme. Sembra che si divertano a sgusciare, slittano sotto i piedi e si sottraggono.

Almeno quelli radiosi rassicuranti vorrei coccolarmeli, sarebbe bello che mi restassero tanto da poterli trascrivere per farli durare a lungo. E quando nell’incoscienza del sogno mi vagheggio nella natura, ci sarebbe forse qualcosa di male se al mattino trovassi il fiore che ho sognato sul cuscino?

Occorrerebbe che nell’attimo di passaggio Sonno facesse scivolare il testimone a Risveglio così che l’esperienza notturna slittasse dolcemente raccordando le due tensioni, e in questo abbraccio qualche giornata potrebbe aprirsi in bellezza.

E’ un’aspirazione ad occhi aperti............un nonsense irrealizzabile. I due irriducibili egocentrici stanno stretti nei loro tempi, convinti di non aver nulla da spartirsi e prospettano la loro alterità: Sonno mi allontana dai pensieri e Risveglio me li ripropone impietosamente tutti ben in fila. A me tocca barcamenarmi dall’uno all’altro in un’altalenante discordanza senza soluzione di continuità..............

Vi siete fatti l’idea che Risveglio mi stia…….antipatico?  Sì è proprio così, ci avete preso. Forse vi siete fatti anche l’idea che questa storia debba avere una fine, ebbene no, qui avete sbagliato….. adesso ho troppo Sonno per continuare, domani al Risveglio si vedrà…….




permalink | inviato da specchio il 9/10/2007 alle 21:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (63) | Versione per la stampa
sfoglia     settembre        novembre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
DAL VINILE..........
EBDOMADARIO
PUNTI
L'APPROCCIO.....
PROSEMI
CINEMA
POESIA
PIANI
INTERNECTASIE
TRANSLALIE..
MONOLOGHI

VAI A VEDERE

Galatea
Ombra
Chinaski
Comablog
GOOGLE
ROBERTO UBERTI
ARMANDO ADOLGISO
I SEGRETI DELLA CASTA
antonio spagnuolo
MARIO SUPERTI
TESTUALE CRITICA
MARIO BORGHI
marla
stefanorissetto
asanisimasa
CLOS
flaianesi
DAGOSPIA
Kurtz
ASSOCIAZIONE MICENE
Fausto Raso
Vulvia
RACCOON
bazardelleparole
GOLEM
BEPPE GRILLO


            

 

   PROSEMI - Amazon.it

      INTERNECTASIE - Recensioni IBS

      Internectasie - laFeltrinelli, it

   

Translalie

       

         PAOLINI POETRY

            Gioco
      dei mondi
                    I miei posti

    testualecritica.it

   Le reti di Dedalus
              letteratura

       Sono qui dal 19.01.06

  

        

  

 

 

 

  

  

 

 

 

CERCA